Una delle domande che ci si pone quando si mettono le mani alla sistemazione degli interni della propria casa, è come scegliere le porte. Sebbene il gusto sia dominante nella scelta, si dovrebbe anche pensare alla praticità sulla base delle esigenze della propria abitazione. Per capire quali siano le migliori, bisogna conoscere quali tipologie di porte ci sono in circolazione e quali materiali siano i più idonei.

Come scegliere le porte di casa: tipologie

Ci sono tre tipi di porte alle quali ci si può rivolgere, ecco quali sono:

A battente: è la porta in assoluto più tradizionale. Si può avere sia ad una che a due ante, liscia oppure anche suddivisa in pannelli.

Scorrevole: porta che si utilizza quando si ha la necessità di ottimizzare lo spazio quando in casa ce n’è poco. L’anta può presentarsi in diversi modi, ovvero scorrere all’interno del controtelaio, incassarsi a scomparsa nel muro, oppure scorrere su binari che si trovano all’esterno della parete (accanto al telaio). Molti optano per quest’ultima soluzione sebbene la meno ottimale a livello estetico, perché non necessita di invasivi lavori di muratura.

A libro: è composta da due o più pannelli, che una volta aperti si sovrappongono l’uno sull’altro creando un effetto tipo fisarmonica. La porta a libro è idonea quando lo spazio di movimento della porta è poco, e non vi sono possibilità di realizzare una porta scorrevole.

Come scegliere le porte: i materiali

Ultimo aspetto importante nella scelta delle porte è quello del materiale. I principali a cui si può attingere per le porte interne della propria casa sono:

Il legno massello: oltre ad essere estremamente bello a vedersi, le porte interne in legno offrono garanzia di resistenza e durata.

Il listellare: rifinito con lastre di compensato o di Mdf, rappresenta sicuramente un materiale di buona qualità, di costo non troppo elevato e che si combina perfettamente con il vetro.

Il tamburato: il telaio è realizzato in massello, ma riempito con una struttura alveolare fatta a nido d’ape. A sigillare tutto ci sono i pannelli in Mdf o compensato. Il vantaggio di avere delle porte con questo materiale è che sono resistenti al carico e indeformabili nel tempo, oltre che poco costose.